DISTURBI VISIVI: IL DALTONISMO

LENTI RAINBOW PER DISCROMATOPSIA

Il daltonismo è un disturbo che comporta un'errata percezione dei colori da parte del soggetto. Tale disturbo è causato da un'alterazione ereditaria dei fotorecettori, e colpisce in maggior misura i pazienti di sesso maschile. Il daltonismo si distingue generalmente in acromatopsia, vale a dire il deficit nella visione di tutti e tre i colori primari, ovvero il rosso, il verde e il blu, e in discromatopsie, che comportano un deficit nella visione di uno dei tre colori primari.

In tal caso, si parlerà di deuteranopia se il disturbo riguarda il verde-rosso; se la confusione interessa rosso-blu/verde si parlerà di protanopia, e infine se riguarda il blu e il giallo, il disturbo sarà definito tritanopia.











La diagnosi viene eseguita mediante un esame cromatico del riconoscimento dei colori. Spesso vengono utilizzate le tavole di Ishiara (tavole numeriche disegnate per eseguire un test rapido nel riconoscimento dei colori) oppure, per approfondire maggiormente, si può effettuare il test di Farnsworth, che consiste nel mettere nella corretta successione tonale una serie di colori.

Le lenti Rainbow sono filtri fotoselettivi che permettono di ri-sincronizzare e cambiare selettivamente, in un formato dinamicamente equilibrato, la lunghezza d'onda di ogni colore della luce che entra in entrambi gli occhi, consentendo di discriminare e migliore la percezione del colore stesso. Studi clinici dimostrano che il 95% dei pazienti riportano un significante miglioramento nella visione dei colori che appaiono più luminosi, ricchi e vividi di sfumature, percepite finalmente per la prima volta.

Prima di valutare qualunque paziente con problemi di discromatopsia o difficoltà nella lettura, è importante che il paziente capisca i limiti delle lenti Rainbow ed abbia delle aspettative realistiche.


Questa tipologia di lenti può sicuramente:

  • Migliorare la percezione generale del colore
  • Rendere i colori più chiari e più nitidi
  • Consentire di osservare e discriminare le sfumature di colore, precedentemente invisibili
  • Migliorare la denominazione dei colori
  • Migliorare le prestazioni sui test di visione dei colori

Le seguenti aspettative non sono realistiche:
  • Curare il deficit nella visione del colore
  • Fornire l'immediata capacità di indicare i colori
  • Consentire di leggere tutti i test di visione dei colori

Le lenti Rainbow non curano la discromatopsia

Metodo di valutazione
Le prove iniziali saranno sempre eseguite sull'occhio non dominante, utilizzando le tavole di Ishihara.

Utilizzando i filtri Rainbow, chiedete al paziente di osservare le tavole valutando se i vari filtri, provati in sequenza, gli consentono di discriminare qualche contrasto.

Eliminare i filtri Rainbow colorati in base alla decisione del paziente.

Le lenti Rainbow sono disponibili sia come filtri neutri sia come lenti graduate.
Per le lenti Rainbow sono disponibili 3 set di prova:

LEGIT RAINBOW COMPLETE:
set composto da 10 coppie di lenti per dislessia e discromatopsia su anello metallico per occhiale di prova

LEGIT RAINBOW DISCROMATOPSIA:
set composto da 3 coppie di lenti per discromatopsia su anello metallico per occhiale di prova

LEGIT RAINBOW DISLESSIA:
set composto da 7 coppie di lenti per dislessia su anello metallico per occhiale di prova


CHERATOCONO?

Da Ottica Galanti si realizzano lenti a contatto personalizzate per cheratocono e lenti a contatto per ortochratologia

I nostri partner